Il Mausoleo

Scrivete qui i vostri racconti o storie che esulano dal "giocato" delle partite. Per evitare malintesi, i Topic verranno letti dallo staff prima di essere pubblicati. Le informazioni presenti in questa sezione sono da considerarsi di dominio pubblico e quindi "In Gioco"

Moderatore: alkir

Il Mausoleo

Messaggioda alkir » mar gen 17, 2017 12:26 am

Stanco e ossessionato, il pilota impostò la rotta per quella che era ormai diventata la sua casa.
Non riposava da settimane ma doveva compiere un ultimo viaggio per poter dormire circondato dalla sua famiglia.
All'atterraggio si ritrovò circondato da funzionari e mercanti; l'uomo proseguì dritto senza prestare loro attenzione e si diresse verso la figura che attendeva fumando, appoggiata al muro.

“Sei stato messo a capo della sicurezza, quindi fa qualcosa. Liberami da questa gente e portami quei dannati resoconti di rendimento”

Senza aspettare una risposta , l'uomo proseguì verso l'uscita dello spazioporto.
Non si accorse nemmeno di aver attraversato la città ed essere giunto alla sua destinazione.
Venne accolto dalla servitù della villa e accompagnato lungo i corridoi e le stanze riccamente arredate.
Un'immagine apparve nella mente dell'uomo, un fredda prigione che ostentava una ricchezza che ormai non sentiva più sua.
Ma così come era arrivato, quel pensiero svanì nel nulla quando vide davanti a sé la porta della sua camera.

Era una stanza spoglia, in netto contrasto con il resto della casa, ma era il suo sancta sanctorum.
Totalmente priva di mobilio aveva un'unica poltrona di pelle posta al centro della stanza.
Quattro ologrammi rischiaravano appena la sala.
L'uomo si diresse verso il muro posto dietro di loro e vi appese una treccia rossa

“Non è stato facile trovare una ragazza che avesse i tuoi stessi capelli, ma finalmente ce l'ho fatta.”

Contemplò per qualche istante la ciocca di capelli bianchi, la giacca e lo scanner diagnostico che erano già appesi e poi sprofondò nella poltrona con un bicchiere di vino in mano.
Con gli occhi appesantiti dal sonno sussurrò

“Ni su'cuyi, gar kyr'adyc, ni partayli, gar darasuum...”

e finalmente si addormentò vegliato dalla sua famiglia.
Alkir
Grosso Membro del Forum
Banana Secolare.
Avatar utente
alkir
Amministratore
Amministratore
 
Messaggi: 2492
Iscritto il: dom nov 11, 2007 1:00 am
Località: Moneglia (Ge)

Torna a Racconti e Storie

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite