il giorno dopo

Scrivete qui i vostri racconti o storie che esulano dal "giocato" delle partite. Per evitare malintesi, i Topic verranno letti dallo staff prima di essere pubblicati. Le informazioni presenti in questa sezione sono da considerarsi di dominio pubblico e quindi "In Gioco"

Moderatore: alkir

il giorno dopo

Messaggioda Xandil » dom set 26, 2010 6:43 pm

La nave è ancora ammantata nel silenzio, i primi addetti si alzano pigramente e riprendono meccanicamente le loro mansioni con gli occhi ancora pregni di stanchezza.
Sembra che io sia l'unica ad aver passato la notte insonne.
Passo quasi sbadatamente davanti ai monitor, quando vedo la figura in piedi, sola al centro della palestra per gli addestramenti. E' avvolto nella penombra, non ha nemmeno acceso le luci: attende.
Mi verso una tazza di caffè e mi concentro. Dopo quanto accaduto ho milioni di pratiche da smaltire, messaggi da inviare, turni di guardia da organizzare. Non ho tempo per nessuno...non più.
L'orologio della Silente segna l'ora del pranzo. Mi faccio portare da mangiare nella mia cabina per ottimizzare i tempi e mentre mi stiracchio osservo di nuovo i monitor della sicurezza. E' ancora lì, seduto questa volta, gli occhi fissano un punto indefinito della stanza. Le luci sono ormai accese, alcuni soldati sono concentrati nei loro esercizi mentre altri chiacchierano tra loro asciugandosi via il sudore. La vita brulica sulla nave e in quella stanza, ma lui sembra non accorgersene, lontano dalla quotidianità che ha ripreso a scorrere.
E' caparbio, non c'è che dire.
Riprendo i miei doveri, cercando di accantonare l'immagine e concentrarmi, eppure per tutto il pomeriggio butto lo sguardo sul monitor.
Non è una persona paziente, prima o poi desisterà.
Rimetto la mia mente al suo posto, torno a concentrarmi su ciò che devo fare, senza concedermi tempo ad altro. Fortunatamente non tutti i miei uomini peccano nell'eseguire i miei ordini: non vengo disturbata per tutto il giorno almeno fino all'ora di cena, quando un membro del personale osa timidamente bussare alla mia cabina per portarmi un vassoio con la cena. Mangio frettolosamente, senza interrompere il mio lavoro.
Sul pianeta sarebbe ormai sera inoltrata, la giornata sta volgendo al termine, quando passo nuovamente davanti al monitor: è ancora lì. Solo, al centro della stanza, solo le luci di sicurezza illuminano l'arena mentre sferra alcuni pugni nel vuoto, goffe imitazioni di ciò che mi vide fare in passato.

Ha un asciugamano sulle spalle e sta per spegnere le ultime luci quando lo sorprendo nella palestra.
"Alec..."
"Silenzio!"
Il suo volto si fa serio, ma tradisce il sollievo nel vedere una risposta alla sua attesa e anche...quasi una sorta di incosciente speranza.
"Hai dimostrato una inusuale pazienza e una discreta tenacia per quella che è la tua indole, ma non è questo il motivo per cui sono qui. Fino ad oggi hai imparato ad incassare, ma sei ben lungi dal saper combattere. Manchi completamente in disciplina e in capacità d'analisi. Dunque ricominceremo tutto d'accapo. Anzitutto ti rivolgerai a me con il titolo di Maestro, non sarai autorizzato a parlarmi o a fare domande a meno che non sia io a richiedertelo. Prima che tu possa imparare qualcosa di nuovo passerai mesi ad allenarti, tutti i giorni, a prescindere che io sia qui o meno. Dovrai riconquistare la mia fiducia e, soprattutto, dimostrarmi che abbia senso continuare ad insegnarti. Tutto chiaro?"
"Si"
Pianto il mio sguardo più gelido su di lui
"Si, Maestro"
Molto bene, cominciamo....

20° giorno, 9° mese, 105 ABY - Silente in orbita attorno al pianeta Ryloth
"Io sono tua madre!"
Avatar utente
Xandil
Master
Master
 
Messaggi: 1915
Iscritto il: lun nov 12, 2007 1:00 am
Località: Moneglia

Re: il giorno dopo

Messaggioda alkir » mar set 28, 2010 9:22 pm

Approvato
Alkir
Grosso Membro del Forum
Banana Secolare.
Avatar utente
alkir
Amministratore
Amministratore
 
Messaggi: 2698
Iscritto il: dom nov 11, 2007 1:00 am
Località: Moneglia (Ge)


Torna a Racconti e Storie

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite