Ritorno

Scrivete qui i vostri racconti o storie che esulano dal "giocato" delle partite. Per evitare malintesi, i Topic verranno letti dallo staff prima di essere pubblicati. Le informazioni presenti in questa sezione sono da considerarsi di dominio pubblico e quindi "In Gioco"

Moderatore: alkir

Ritorno

Messaggioda Quienar » ven set 16, 2011 4:37 pm

Nar Shaddaa…Per quanto tempo ti ho odiata.
Ora, invece, ti vedo come una casa…La mia unica casa.
Corellia è ormai sepolta nel mio passatto…E nonostante rimanga un inguarabile romantico, come tutti i corelliani, devo mantenere i nervi saldi e guardare al presente.
Nar Shaddaa…
Un luogo di feccia e delinquenza…Piena di pericoli e tentazioni.
È qui che sto continuando il mio addestramento…Per il momento da solo.
Sono più che convinto che il mio maestro, quando anni fa mi ha lasciò qui, volesse rendermi risoluto e determinato per una galassia che non regala niente a nessuno.
Ho già fatto un errore lasciandomi trasportare dalle emozioni: non ne commetterò un altro!

A differenza di ciò che si può pensare, Nar Shaddaa è più equa di quanto sembri: non importa quanto sei importante o ricco…c’è sempre qualcuno che ti vuole fare la pelle…e nessuno sopravvive ad un colpo di blaster o un coltello tra le scapole.
Oh beh…
Quasi nessuno…
Ice potrebbe ricevere anche 3-4 pugnalate alla schiena ed essere ancora capace di svitare le teste degli aggressori…
Ma Ice è un’eccezione, Ice è un mandaloriano…

Guardo dal finestrino del treno a sospensione magnetica 26 A…
Sempre il solito panorama…
Buio…
Luci artificiali…
Nar Shaddaa…Non cambi mai…

Immagine


“Ciao Doynar, sono tornato” dico al mio capo entrando nel locale vuoto.
“Uh…oh…ah! Ciao X! Come va? Non ti aspettavo così presto!” facendomi un sorriso tirato.
“Abbastanza bene, grazie…Che cosa stai facendo?” gli chiedo distrattamente mentre mi tolgo il pastrano.
“Uh…oh…niente…” mi dice in modo evasivo.
“Ok, ok…le solite cose, giusto?” gli chiedo sconsolato.
“Sì sì…il solito…” tornando a concentrarsi sul suo tavolino.
So che si fa di qualche sostanza, ma non ci posso fare molto…
Ne abbiamo già parlato e discusso in passato…
Ognuno è libero di fare ciò che vuole della sua vita…
Io posso solo consigliare…
Lo guardo da lontano…
In un momento focalizzo…Il colore celeste della pastiglia…La X sopra…Lo Xtabilis!
Con un balzo scavalco il bancone e con un calcio gli faccio cadere la pillola che tiene in mano nel sistema di ventilazione.
“X! Ma che c@**o fai? Devi smetterla di rompermi i coçlioni riguardo a questa roba! Io faccio quel c@**o che mi pare!”
“Doynar! Non ti ho mai impedito di assumere qualsiasi sostanza in passato, ti ho lasciato vivere la tua vita mentre ti distruggevi a colpi di Ryll e altre schifezze semi-artificiali…Ma questa…Questa no! Questa non te la lascio prendere!”
“Ma sai che cos’era? Eh? Era una dose di Xtabilis! Una roba che ti fa sentire meglio! E l’ho pagata una dannata fortuna!!!”
“So benissimo cos’era! Fatti di quello che vuoi, ma questa non te la consento!”
Non voglio convincerlo tramite l’uso della Forza.
Deve capire che questa è un ca**ata grossa quanto la Byss Eye!
“Ma che ne sai tu? Che ne sai dello Xtabilis?” mi dice inca**ato nero.
“Che cosa ne so? Ho incontrato i dottori che l’hanno sintetizzata…Ho sentito le loro belle parole…Le loro parole vuote…”
Guardo fuori dalle finestre…Mentre nella mia mente riappaiono i ricordi di quanto sto dicendo.
“Ho visto i suoi effetti…Ho visto uomini determinati e forti diventare teneri e docili come…come droidi con il bullone di costrizione! Uomini che si modellavano nelle mani di coloro che gli avevano somministrato lo Xtabilis…Ho visto uomini ragliare come tauntaun per avere un’ulteriore dose di sostanza quando la mente stava per esplodere come un detonatore termico…Ho visto uomini urlare come bantha impazziti dai dolori lancinanti che gli provocava l’astinenza dalla sostanza…”
Mi giro per guardarlo negli occhi.
“Vuoi fare la più grande ca**ata della tua vita? Prendi lo Xtabilis! E preparati a spendere migliaia di crediti per continuare ad assumerlo! Preparati a perdere anche il tuo locale per pagarti le dosi!”
Rimango di nuovo in silenzio a guardarlo.
“Come…Come sai queste cose?” mi chiede confuso.
“Ho cominciato a girare la galassia…Ho cominciato a ficcarmi nei guai e, fortunatamente, ad uscirne…Tutti i medici delle fazioni concordano sul fatto che è un modo per piegare la volontà delle persone…Ma sinceramente…Credevo che la gente di Nar Shaddaa fosse più dura…Più determinata…Più intelligente…”
Per lunghi attimi rimaniamo a guardarci, mentre il silenzio è rotto soltanto dalle persone che scendono dalla metropolitana subsonica.
“Hai fottutamente ragione, X! Fanc*lo lo Xtabilis! Ci sono tante altre belle sostanze nella galassia senza incasinarsi la testa con quella!” mi dice buttando le rimanenti 2 pastiglie nel vaporizzatore dei rifiuti dietro la cucina.
“Tra poco apriamo, X! Che ci fai ancora qui? Ti ci devo mandare a calci in quella cucina?”
“Vado vado…” gli dico sorridendo compiaciuto.
Si farà di altro…Ma almeno non di Xtabilis!

16° Giorno del 9° mese, 106 ABY
Xain Donobar - Il padawan cuoco di Nar Shaddaa
Avatar utente
Quienar
Cavaliere Jedi
Cavaliere Jedi
 
Messaggi: 154
Iscritto il: sab nov 24, 2007 1:00 am

Re: Ritorno

Messaggioda alkir » ven set 16, 2011 6:18 pm

APPROVATO
Alkir
Grosso Membro del Forum
Banana Secolare.
Avatar utente
alkir
Amministratore
Amministratore
 
Messaggi: 2552
Iscritto il: dom nov 11, 2007 1:00 am
Località: Moneglia (Ge)


Torna a Racconti e Storie

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite