Giorno 08. Mese Undicesimo. Anno 137 ABY

Rumors pre e post eventi della Campagna in corso.

Moderatore: Hamturo

Giorno 08. Mese Undicesimo. Anno 137 ABY

Messaggioda Hamturo » lun feb 12, 2018 2:21 am

Giorno 08. Mese Undicesimo. Anno 137 ABY

"Scusa Aleca, mi stai chiedendo cosa?!"
"Non te lo sto chiedendo io, te lo chiedono i Venerabili"
"Umpf ok, mi state CHIEDENDO di venire non con la mia nave, non con un drappello, ma con l'intero esercito mandaloriano in un punto non meglio specificato della Galassia installando sulle MIE navi un....non so nemmeno cosa per arrivare a destinazione in tempi accettabili..."
"Tue?! Calerei i termini Tribuno Agathon. Quelle che guidate restano navi federali"
"Con tutto il rispetto Venerabile Loreleen, ma non è questo il punto focale adesso. Inoltre ho chiamato la crociata: molte navi dell'esercito mandaloriano sono tutto fuorché federali. Ci sono clan imperiali, altri che erano liberi da schieramenti e sono voluti restare tali. Una buona fetta di loro risponderebbe ad un tale richiamo ad una sola condizione: mettere a ferro e fuoco tutto ciò che incontreranno sul loro cammino."
"Siete il Mandalore, no? I Vostri uomini faranno ciò che verrà da loro ordinato. Voi avrete il pieno controllo.
Come gli Hapani del resto. Ognuno farà la sua parte. Come quando abbiamo ripreso Mandalore"
"Certamente, ognuno farà la sua parte. Però non è così facile, Venerabile Arhold'er! Ho riunito e ho al mio comando il più eterogeneo e al contempo efficace esercito di clan mandaloriani: non lo schiererò per ipotesi o capricci e non si muoveranno senza una strategia precisa. Servono informazioni e dati, e non un viaggio della speranza."
"Tribuno Agathon, mi permetto di richiamarla all'ordine. Non sta parlando con degli sprovveduti e, per quanto la nostra sia una via da politici più che da combattenti, siamo perfettamente in grado di pianificare strategie militari come richiesto nell'assurdo contesto in cui ci troviamo."
"Crede che non lo sappia Venerabile Bescard?! Eppure mi sembrate, con tutto il rispetto, completamente impazziti! Già solo la natura dell'accordo che è stato stretto con Omega viaggia sul sottile filo che separa lungimiranza e follia. Questo potrebbe bastarmi se dovessi venire solamente io, ma dovendo richiamare l'intera armata a muoversi lontano da dove attualmente ci sono i nemici e i campi di battaglia, non posso portare solo elucubrazioni."
"Non sono solo quelle. Ice, mi conosci, mi hai sempre accusato per la mia mancanza di azione...bhé, sono qui io a chiedertelo figliolo. Vieni e portali. Portali tutti."


Holocomunicazione fra le alte cariche federali da qualche parte nella Galassia.
Avatar utente
Hamturo
Master
Master
 
Messaggi: 808
Iscritto il: sab gen 30, 2010 1:00 am

Re: Giorno 08. Mese Undicesimo. Anno 137 ABY

Messaggioda Hamturo » mer feb 14, 2018 1:19 am

Giorno 8. Mese Undicesimo. Anno 137 ABY

"Signori, non voglio mancare di rispetto alle vostre cariche né alle vostre capacità tattiche, tuttavia vi chiedo: voi fate altrettanto?! Le risorse di Lorrd e la rete d'Intelligence sono forse tutte a quel randez-vous? E le navi Hapane?"
Un breve silenzio restò sospeso durante l'holocomunicazione
Amina prese la parola: "Io ho appena richiamato 1000 guerriere pronte a sbarcare. 1000...praticamente il nostro intero popolo, o almeno quello atto al combattimento"
Un nuovo pesante silenzio invase le cabine delle navi
"Tribuno Agathon, capisco le vostre remore e....credo che in fondo abbiate ragione. Forse ciò che ci occorre davvero è potenziare il più possibile l'onda di risonanza che vogliamo ottenere con questa missione."
"Venerabile Arh'older, cosa intendete dire? Spiegatevi meglio"
"Sono alla guida di un sistema interamente popolato da guerrieri. Io personalmente, come Membro della Famiglia Reale, all'età di 5 anni sono stato gettato in un pozzo infestato da insetti velenosi, dalla puntura non letale si, ma dolorosissima. Prima di svenire ne ho schiacciati decine a mani nude. E anche senza arrivare a tanto, ogni singolo cittadino Hapano ha dovuto sudarsi il proprio status con le sue sole forze.
Siamo un popolo fiero. Ho chiesto loro di avere pazienza, di avere lungimiranza, di attendere. Ho permesso che fosse posto sotto embargo, ho permesso che la mia gente fosse umiliata, e per cosa?
Il primo concreto gesto, il primo evidente atto del NOG nei confronti del Reale Consorzio di Hapes sono stati la richiesta di cedere tutta la Royal Navy e la totalità delle infrastrutture, lo Stato Maggiore, il Genio, le fabbriche oltre ad un tributo economico pesantissimo.
Il secondo passo sarebbe stata la rimozione del mio Governo per sostituirlo con lacchè a loro fedeli.
Dal momento che non sono riusciti a prenderci con l'inganno e la forza, come purtroppo accaduto ad altri stati membri della FPI, hanno inteso annichilirci economicamente, chiusi nel nostro buco, a morire di fame.
E quando hanno capito che non avremmo ceduto, hanno sterminato la 12ma Flotta Commerciale. Decine di navi trasporto, 3 Battle Dragon di scorta, persino la nave ospedale! E si sono divertiti a sparare su gusci di salvataggio!
Uno sterminio! Un avvertimento. No, Ice, questo non è un Governo, seppur duro, questo è un vero e proprio Regime!
Si, ho permesso l'embargo, ma ora sento nel mio popolo fremere il desiderio ed il bisogno della battaglia, della vendetta, del riscatto. E credo che parimenti gli uomini sotto il vostro comando sentano questa stessa frenesia, questo stesso bisogno. Pertanto, credo sia venuto il momento di dare una lezione al NOG ed una dimostrazione alla Galassia intera. Ma per farlo ho bisogno di alleati. Mandalore, posso contare sul vostro aiuto?!"
"Che cosa avete in mente?!"

Holocomunicazione fra le alte cariche federali da qualche parte nella Galassia.
Avatar utente
Hamturo
Master
Master
 
Messaggi: 808
Iscritto il: sab gen 30, 2010 1:00 am

Re: Giorno 08. Mese Undicesimo. Anno 137 ABY

Messaggioda Hamturo » ven feb 16, 2018 1:17 am

Giorno 8. Mese Undicesimo. Anno 137 ABY

"Volete fare cosa?!"
"Dichiarerò ufficialmente guerra."
"Arh'older, questo...è un suicidio, condannerete..."
"Non amo essere interrotto Venerabile Loreleen. Ho detto che dichiarerò guerra. Il motivo è semplice: occorre dare messaggi forti. Ho le navi e le risorse necessarie per poter muovere contro le navi che attualmente tengono sotto embargo il pianeta; tuttavia chiedo ai Mandaloriani un supporto in navi per coordinare al meglio la battaglia e per avere un risultato certo e schiacciante contro quegli interceptor."
"Quelle non sono un problema Venerabile Arh'older, posso inviarle delle unità di supporto, anche se siamo sicuramente più efficaci come fanteria a terra"
"Non lo metto in dubbio, ma non sarà necessario in questo caso: con il vostro supporto conto di liberare il pianeta dall'odioso embargo in poche ore"
"Si, ma, quanto durerà?! Il NOG non starà a guardare, torneranno in forze e..."
"E troveranno un popolo di guerrieri pronti ad aspettarli e a combatterli! Troveranno un popolo che ha deciso di non piegarsi e che preferisce una morte in guerra da uomini liberi, piuttosto che una lenta agonia sotto la tirannia dell'oppressore! Inoltre così potremo far vedere a tutti i pianeti della Galassia che una via alternativa è possibile."
"Ma condannerete migliaia e migliaia di persone, l'intera popolazione del vostro pianeta! Avete visto cos'hanno fatto al pianeta Mandalore; cos'hanno fatto a Rishi"
"Ho visto, con tutto il rispetto per il vostro dolore, pianeti colti alla sprovvista travolti dalla guerra di stato. Fidatevi se vi dico che questo è un caso ben diverso.
Innanzitutto credete forse che quando abbiamo impegnato l'Impero su Mandalore non avessi previsto una possibilità di ritorsione?
Ho avuto mesi, ho avuto anni per programmare una evacuazione. Gran parte delle risorse strategiche e tattiche, l'intera nostra cultura e tecnologia è stata messa in salvo, insieme a una parte della nostra Flotta, e al Nostro Stato Maggiore.
Si, ci siamo spostati e preparati al peggio, cominciando un'evacuazione che verrà completata non appena avremo avuto ragione degli interceptor, ma sapete cosa? Il 60% della popolazione ha rifiutato la possibilità di abbandonare il Sistema. Siamo un Popolo libero, fiero e guerriero, e come abbiamo deciso di fronteggiare l'Impero di Vraal abbiamo deciso di resistere contro la tiranna del NOG.
Considerate anche che l'Hapes Cluster non è un Sistema come gli altri, è difficile e insidioso da entrarvi, figuriamoci da prendere.
Venderemo cara la pelle, e il tributo per chi ci marcerà contro sarà altissimo.
I vettori di entrata sono disseminati di space bomb e di mine gravitazionali e magnetiche, decine di Battle Dragon con equipaggio ridotto sono nascosti nei punti strategici, centinaia di cannoni ionici sono disseminati negli asteroidi più grossi, le difese orbitali sono state potenziate e meccanizzate e il pianeta centrale, dove ho concentrato la popolazione, è interamente protetto da uno scudo deflettore più potente di quello generato da Endor.
Dovranno scendere a prenderci.
E dovranno ucciderci uno ad uno.
Centimetro dopo centimetro.
E troveranno un popolo determinato, che si sacrificherà volentieri per la Resistenza, consapevole del fatto che quando sarà il momento voi farete lo stesso per loro.
Non pretendo di comprendere i meandri della cultura Echani Venerabile Gimil, né di quella Mandaloriana: eppure Voi sopra ogni altro potete comprendere quanto preferibile sia la morte in battaglia per tutte quelle migliaia di persone. Questo NON sancirà la fine di Hapes, ve lo posso garantire, ma segnerà l'inizio della Guerra contro il NOG. Tuttavia non posso farlo da solo: Ice, posso contare su di Voi?!"
"Indipendenza vuol dire giustizia Venerabile Arh'older. Non abbandoneremo Hapes!"

Holocomunicazione fra le alte cariche federali da qualche parte nella Galassia.
Avatar utente
Hamturo
Master
Master
 
Messaggi: 808
Iscritto il: sab gen 30, 2010 1:00 am


Torna a Rumors di Cantina

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti